VIAGGIO SPIRITUALE di Tommaso Nuovo

Vangelo del giorno: Luglio 2018

Mercoledì 4 luglio 2018

Tredicesima settimana del tempo ordinario

Mt 8,28-34

 


28 Giunto all'altra riva, nel paese dei Gadarèni, due indemoniati, uscendo dai sepolcri, gli andarono incontro; erano tanto furiosi che nessuno poteva passare per quella strada. 29 Ed ecco, si misero a gridare: «Che vuoi da noi, Figlio di Dio? Sei venuto qui a tormentarci prima del tempo?».
30 A qualche distanza da loro c'era una numerosa mandria di porci al pascolo; 31 e i demòni lo scongiuravano dicendo: «Se ci scacci, mandaci nella mandria dei porci». 32 Egli disse loro: «Andate!». Ed essi uscirono, ed entrarono nei porci: ed ecco, tutta la mandria si precipitò giù dalla rupe nel mare e morirono nelle acque. 
33 I mandriani allora fuggirono e, entrati in città, raccontarono ogni cosa e anche il fatto degli indemoniati. 34 Tutta la città allora uscì incontro a Gesù: quando lo videro, lo pregarono di allontanarsi dal loro territorio.

 

Commento di Tommaso Nuovo

Cristo , Satana e noi

 

Questa pagina del Vangelo è riferita più nei dettagli da Mc 5,1-20 ( che però parla di un solo indemoniato)è uno dei momenti in cui Gesù si trova a faccia a faccia con il demonio, anche se presente nella persona di questi due uomini posseduti da Satana.

 

Davanti alla manifestazione al mondo del Figlio di Dio, anche Satana è costretto a manifestarsi e riconoscere Gesù come il Figlio di Dio. Ma Gesù non vuole ricevere testimonianza da Satana, che sa benissimo chi è Gesù, ma da noi , che invece lo conosciamo poco e molto spesso solo per sentito dire.

 

Gesù ha avuto sempre uno scontro diretto con Satana , che non può fare nulla contro la sua persona, se non aizzare gli uomini contro di Lui. Noi invece all'opposto abbiamo in generale uno scontro indiretto con Satana , il quale gioca a nascondersi e a lanciare i suoi lacci e inganni, per tenerci nella sua mano, farci peccare, fino ad arrivare a fare cose irreparabili. E oggi abbiamo sempre notizie di fatti delittuosi di ogni genere e di disordini morali di ogni tipo, che coinvolgono tutti , compresi i consacrati, anzi specialmente loro.

 

Nessuno si può liberarsi dal demonio. Egli è un essere spirituale e immortale, fa parte della creazione di Dio, ma di quella parte che misteriosamente si è ribellata a Lui.

 

Noi dobbiamo convincerci della sua esistenza e della sua presenza continua nella nostra vita e che dobbiamo avere un continuo scontro con Lui se vogliamo ottenere qualche vittoria. Se pensiamo di farcela senza la grazia , la preghiera e la virtù, facilmente ci

inganniamo.

 

Il demonio è presente sia nella vita personale di ognuno e sia nella vita della Chiesa in generale e scimmiotta ogni sua iniziativa.

Ad esempio mentre si sta preparando il Sinodo dei vescovi per giovani, lui è già all'opera per preparare un contro sinodo, che avverrà proprio nel tempo del sinodo ( 3-28 ottobre 2018), per suggerire delle proposte al Sinodo contrarie alla volontà di Dio. In più invaderà il sinodo di uno spirito di lussuria senza precedenti, insieme a molte altre sorpresine. Poi di queste e di molte altre cose riempie la vita della Chiesa.

 

Ma allora dove sono Cristo e lo Spirito Santo, la Madre di Dio e i santi? Sono sempre pronti a sostenere e dare forza a chi vorrà entrare nell'agone contro Satana. Chi invece non vorrà fare questo combattimento sarà dolcemente accompagnato da lui.

Buona giornata

tommasonuovo@yahoo.it