VIAGGIO SPIRITUALE di Tommaso Nuovo

LE NUOVE MASSIME di Tommaso Nuovo

MASSIME SULL'INVIDIA

 

1) L'invidia, se non stai attento, ti assale in un momento. Nasce da un desiderio insano: l'incapacità di apprezzare l'altro e di aver tutto a propria disposizione, sulla mano.

 

2) L'invidia è come una malattia mortale:  ti porta la morte dentro. Ricordati che fu per invidia che Gesù fu consegnato a Pilato per essere ucciso.

 

3) Si prova invidia fin da piccoli e tra fratelli. Nasce in noi dal venir ingannati da un sentimento egoista, il sentirsi meno amati degli altri.

 

4) Correggi l'invidia fin da bambino, altrimenti diventato adulto sarai capace di uccidere anche il vicino.

 

5) Un egoista per natura è anche invidioso per natura. Così come un invidioso per natura è anche egoista. Che brutta amicizia c'è tra un egoista e un invidioso.

 

6)L'invidia porta a disonorare i genitori, a violentare le persone, a uccidere gli innocenti, a calunniare i giusti, a rubare ai poveri, a desiderare morbosamente la roba d'altri e la donna o l'uomo d'altri. Insomma: l'invidia ti porta contro tutti i comandamenti.

 

7) Come puoi sapere se sei invidioso? Se ti guardi allo specchio e pensi subito che l'altro o l'altra sono meglio di te e inizi a odiarli, allora sei certamente un invidioso.

 

8) E' buona cosa sapere di essere invidioso. Almeno potrai iniziare a combattere questo cancro dello spirito.

 

9) Per combattere l'invidia c'è solo una strada: considerare gli altri migliori di se e ringraziare Dio per ogni cosa. Così facendo sarai felice di te e anche degli altri.

 

 

10) C'è un invidia materiale e un invidia spirituale: quando non si tollera che c'è qualcuno più santo di te e si va a cercare subito i suoi difetti.

 

11) L'invidioso è anche ipocrita: davanti a te ti tesse le lodi, dietro di te te le cancella tutte.

 

12) L'invidioso non è mai contento neanche della tomba e del funerale. Vuole essere meglio degli altri anche al cimitero.

 

                        Tommaso Nuovo

 

MASSIME

 

SULLA PAZIENZA

 

1) La pazienza è la virtù dei forti. Si, ma quando la conservano per se e non la fanno perdere agli altri.

 

2) La pazienza non è la sopportazione delle cose che ci sono andate storte. La pazienza è la virtù che ti fa stare in piedi, anche quando attorno a te tutto cade.

 

3) Sai qual'è la virtù che Dio mette in atto ogni volta che guarda l'uomo? Facile: è la pazienza.

 

4) Se dici di aver perso la pazienza, vuol dire che prima non ce la avevi. Perché se avevi la pazienza, non l'avresti nemmeno persa.

 

5) Ha un limite la pazienza? Quando la pazienza non è confusa con l' aspettare, essa non ha limite. Se infatti la pazienza avesse un limite non sarebbe più tale.

 

6) Chi è il vero paziente? E' forse colui che sa aspettare? No! Il vero paziente è colui che sa amare.

 

7) Perché chi si trova nella malattia ed è in stato di guarigione si chiama paziente? Si chiama paziente non solo perché deve attendere, deve aspettare, ma di più perché deve saper stare anche nella sofferenza.

 

8) Una persona che non è paziente la riconosci dal fatto che ti fa correre per le sue cose e ti fa aspettare per le tue.

 

9) Il vero paziente lo riconosci dal fatto che quando c'è un problema prima ti sorride poi tace.

 

 

                                                        Tommaso Nuovo

 

 

 

 

 

MASSIME SULL'IPOCRISIA

 

1) L'ipocrita ha sempre un vestito in ordine e pulito, per non far apparire il disordine e il marcio che c'è in lui.

 

2) L'ipocrita ha sempre il sorriso sulle labbra e la menzogna nel cuore.

 

3) L'ipocrita ama sempre dire la verità, si, ma quale verità? La sua.

 

4) L'ipocrita va a braccetto con l'adulatore, entrambi nascondono un secondo fine.

 

5) Una persona è vera quando lascia che si conoscono anche i suoi difetti. Invece una persona è falsa e ipocrita quando nasconde bene i suoi difetti e mette in luce solo quelli degli altri.

 

6) L'ipocrita interviene con forza per accusare un nemico, ma appena tutti se ne sono andati esce a cena con lui.

 

7) Gli ipocriti li trovi in tutti i settori della società, specialmente in quei settori in cui devi trattare direttamente con le persone.

 

8) Anche nella Chiesa ci sono degli ipocriti: sono di solito i primi ad applaudirti e poi i primi a calunniarti.

 

9) Perché i primi banchi della chiesa sono sempre deserti? Forse perché non ci sono più gli ipocriti che venivano in chiesa solo per farsi vedere? No! Gli ipocriti ci sono ancora, solo che si sono messi negli ultimi banchi.

 

10) Come si fa ad estirpare l'ipocrisia? Iniziando da se stessi, riconoscendo i propri peccati.

 

11) Gli amici ipocriti sono quelli che con te parlano male degli altri e con gli altri parlano male di te.

 

12) Quale è la radice dell'ipocrisia? La radice dell'ipocrisia sta negli interessi meschini

 

13) Quale faccia ha l'ipocrita? L'ipocrita ha più facce secondo chi deve fregare.

 

14) Quando svanirà l'ipocrisia? L'ipocrisia terminerà alla fine dei tempi, nell'ultimo giorno, quando tutti ci presenteremo difronte al tribunale di Dio senza più maschere.

 

                                            Tommaso Nuovo