VIAGGIO SPIRITUALE: di Tommaso Nuovo

Chi è Tommaso Nuovo

LEGGI QUESTA INTRODUZIONE FINO ALLA FINE E LO SCOPRIRAI.

 

Fin da bambino sono stato affascinato e attratto da tutto ciò che sapeva di mistero o di misterioso.

Non sapevo che dentro a questo richiamo c'era la segreta voce di Dio.

Nel tempo della mia giovinezza con l'aiuto di Dio, tanta preghiera e la presenza di veri amici e di sacerdoti, anch'essi cercatori della verità e di Dio, ho maturato una scelta di vita nella Chiesa Cattolica.

Così ho lasciato il lavoro da chimico in una acciaieria e dopo 7 anni sono stato ordinato nel sacerdozio cattolico, avevo 32 anni.

Portavo dentro di me il desiderio di servire Dio e l'uomo e ogni giorno combattevo contro i miei limiti e il peccato che assediava la mia anima.

Un giorno ho sentito il desiderio di affidare a degli scritti la mia esperienza di vita,la ricerca del senso del vivere e tanti miei perché.

Emergeva pian piano una vena interiore di ispirazione , che riuscivo presentare in testi poetici e in altri scritti sempre più elaborati.

Non sono un poeta, non sono uno scrittore, non sono un mistico sono un uomo come tanti ma consapevole dei doni di Dio.

Dopo alcuni anni e con la guida di una persona ispirata da Dio la mia vita ha preso decisamente la direzione giusta. Ecco alcuni i miei scritti poetici e spirituali.

Se serviranno a qualcuno come nutrimento dello spirito avrò raggiunto il secondo obiettivo che mi sono dato.

Il primo è stato quello di attingere acqua viva dal pozzo della mia anima per dissetare l’arsura del mio vivere.

Così ho attinto quell’acqua spirituale che Dio faceva gorgogliare nel mio cuore e che ora offro anche a te, attraverso le pagine del sito di TOMMASO NUOVO.

Tommaso Nuovo è lo pseudonimo che mi sono scelto in onore dell’apostolo Tommaso ma sopratutto perché mi sento rinnovato da un incontro con il Cristo, in cui è stato Lui ha mettere il dito nelle mie ferite risanando la mia vita. Ti auguro e prego che succeda anche a te quello che è successo a me.

  

Perchè un sito internet? 

Perché   un sito internet? Tutto ciò che faccio è collegato al mio cammino spirituale nella grande famiglia della Chiesa. Ho scritto in questi anni molti appunti, riflessioni, meditazioni, dialoghi con Dio, poesie e altro, frutto di questo viaggio spirituale, dove la persona di Gesù Cristo, la sua Parola e l'esperienza viva delle fede sono  diventati il mio vivere quotidiano. Molti sentono l'esigenza di andare a fare gli esercizi spirituali  per ridare slancio alla loro vita spirituale e al loro rapporto con Dio. Io invece ho pensato di vivere la vita, ogni giorno della mia vita, come un continuo esercizio spirituale, che terminerà solo con la mia morte. Ecco un sito per presentare la mia esperienza, qualche saggio delle mie meditazioni e altro ancora ma soprattutto incoraggiare tutti a iniziare IL LORO VIAGGIO SPIRITUALE con Dio. L'essere accompagnati dal Cristo passo dopo passo a intraprendere i sentieri dello Spirito è l'avventura più bella della vita, che auguro a tutti di vivere. Un Grazie a chi mi ha stimolato grandemente a fare questo viaggio spirituale, a chi mi ha aiutato e mi aiuta ad allestire il sito con i suoi consigli e ha chi mi vorrà seguire lasciando anche nella apposita pagine dei contatti pareri e osservazioni.                      

                                                Tommaso Nuovo


Tommaso: una persona speciale.

 

 Dopo duemila anni di cristianesimo sembra di stare ancora al tempo in cui, chiusi i nostri cenacoli, si ha paura di questa verità,di questa novità della buona notizia, che abbiamo ricevuto dal Maestro di Galilea. Noi cristiani, per farci accettare dalla diversità del tempo, ci perdiamo in parole ovvie che nulla di più dicono all'uomo contemporaneo avvilito dall'ovvietà.

 

Per questo Tommaso è davvero una persona speciale e la sua storia mi riguarda, mi dice qualcosa di nuovo circa la fede. E' forse tra i dodici il più serio. Non si lancia in frasi di circostanza, non promette al Maestro una adesione incondizionata per poi tradire l'attesa e la fiducia, Tommaso sa che l'annuncio cristiano si basa sulla verità, ma sa che non è facile accentarla, sa che avere fede non significa accettare incondizionatamente un pacchetto chiuso, senza porsi domande, senza alimentare due costanti che sono fondamentali per l'autenticità della vera fede: la curiosità e la ricerca.

 

La curiosità può far crescere la fede e permette di capire davvero in cosa si crede; la ricerca è la sua concreta attualizzazione, sempre più necessaria per chi, tentando con seria applicazione e genuino entusiasmo di essere coerente con il dato credente, vuole toccare con mano la verità in cui crede, vuole essere provocato dal dubbio, per non smontare il sistema dell' annuncio, ma per essere capace di crescere in ragione di quella Parola che scuote la sua coscienza e ogni certezza ancorata al dato sensibile.

 

Io non posso non essere Tommaso e non ho paura di dire che un vero credente è come lui, come l'apostolo che di fronte all'assurdo della vita oltre la morte, un assurdo che riqualifica la storia, la rilegge, la rilancia e la rende capace di grandezza, non può che porsi domande di senso.

Una fede senza domande è una fede senza curiosità e senza ricerca, e per questo è una fede stagnante, una fede non fede, senza fiducia, animata dalla paura del giudizio sulle proprie domande anziché dalla forza irruente della curiosità di andare oltre per poter conoscere di più e darsi di più.

(Gennaro Matino, Come Tommaso, San Paolo, 2012, pagg. 8-9)

 

TOMMASO NUOVO CAMBIA LOGO

 Tommaso Nuovo cambia il logo: il deserto è diventato un luogo insanguinato, dalle tante vittime della follia di chi al posto di fare la guerra santa a se stesso e al proprio peccato, la fa a giornalisti, a donne, a bambini e ad anziani.

 Si uccidono anche presunte spie, (si sa benissimo che le spie sono sempre i capi, che fanno la guerra tra loro), soldati disarmati, negando a loro ogni diritto e convenzione. Da parte di tutti si fa una guerra sporca, a spese dei più deboli, dove non esistono ne buoni ne cattivi, ma solo si ha sete di sangue da entrambe le parti.  Un tempo nel deserto si ritiravano gli uomini a pregare, a fare penitenza e a cercare Dio. Oggi non c'è più pace nemmeno nella solitudine del deserto, anche da li è stato cacciato Dio. Allora Signore Dio dove ti potrò trovare? Dove ti potrò incontrare e pregare?.